Ancora nessun commento

Lettera ai Parrocchiani e Piccole Note – 17 maggio 2020

Cari amici,

come certamente saprete dalle notizie ormai diffuse, si ritorna a casa, perché per noi la prima casa dopo le nostre è la casa di Dio, la nostra chiesa. Da domenica 24 maggio, Festa dell’Ascensione, riprenderemo a celebrare in Chiesa la S. Messa. Già da lunedì 18 maggio sarà possibile però seguendo le norme  partecipare alle messe feriali delle 8.30 e 18.00
E’ un ritorno che avviene dopo un periodo di tempo molto lungo, causato dalla pandemia, ma è proprio un tornare a casa, nel luogo dove molti hanno ricevuto il battesimo, hanno incontrato Gesù per la prima volta nell’Eucaristia, hanno consacrato il loro amore e dove spesso hanno accompagnato i propri cari all’incontro definitivo con Il Signore.

E’ la nostra casa dove confidare al Signore desideri e progetti, fragilità e passioni, ma soprattutto il luogo dove Cristo si dona a noi nel Suo Corpo e Sangue nella Messa.

Molti hanno sofferto per questa mancanza, seppur supplita dalle messe trasmesse. Ma proprio l’aver patito per questa mancanza deve sollecitare ciascuno di noi ad approfondire sempre di più il senso del proprio desiderio del Signore, andando a fondo nel comprendere quale ricchezza è per la propria vita il poterlo incontrare personalmente, passando così dall’osservanza di una norma o da un’abitudine a una scelta consapevole e definitiva. La chiesa inoltre è anche il luogo dell’incontro della Comunità cristiana che proprio nella celebrazione comunitaria trova la sua unità e riceve il dono dello Spirito che dà il coraggio e la forza della testimonianza.

Andare in chiesa è accogliere l’invito rivolto da Gesù ai discepoli: andate in Galilea nel luogo del primo amore. Cosi torniamo a casa.

In fondo abbiamo scoperto che si sta bene anche in casa, attaccati alle nostre comodità, con tutto a nostra disposizione, dalle Messe in TV o sui social ai tanti messaggi scambiati anche tra sconosciuti.

Ora siamo invitati a “tornare in Galilea”, la terra in cui Gesù ha iniziato la sua missione, ha scelto i suoi discepoli, ha annunciato il Vangelo, ha condiviso la vita con la gente, guarendo, curando, liberando, accogliendo, risvegliando nei cuori fiducia e speranza.

La comunità parrocchiale è per noi, oggi, la terra di Galilea, dove accogliamo l’annuncio del Vangelo, facciamo esperienza dei sacramenti, cresciamo ogni domenica come fedeli.

Perché?  Là lo vedrete. Lo rivedremo, sì, nello spezzare il Pane e nei gesti di fraternità che sapremo ancora esprimere come servizio umile gli uni agli altri, come carità verso i bisogni di tanti, piccoli e adulti, vicini e lontani.
Con lo stesso coraggio di quel mattino di Pasqua, con la stessa speranza delle donne del Vangelo, con la stessa gioia dei discepoli, anche noi torneremo a incontrare Gesù in parrocchia, a celebrare la sua presenza nei sacramenti, a rivederlo nei gesti e nei volti dei nostri fratelli e sorelle.

“Non abbiate paura”, disse il Cristo risorto ai suoi discepoli timorosi e preoccupati.

I vostri sacerdoti vi aspettano con fiducia
don Mario  don Giorgio  don Gabriele

Leggi piccole note

AVVISI DOMENICA 17 maggio

S. Messa in diretta streaming: Domenica 17 maggio ore 10.30
Sito www.dergano.org

Da lunedì 18aprile le messe feriali saranno celebrate alle ore 8.30 e 18.00 nella nostra Chiesa e sarà possibile partecipare secondo le regole richieste. In particolare lunedì 28 maggio ricorderemo durante le messe il centenario della nascita del grande Papa Giovanni Paolo II

Mese di maggio 2020

Il lunedì, mercoledì e venerdì questa settimana reciteremo il Rosario in Chiesa secondo le regole da rispettare (distanza, disinfezione e 200 persone presenti) alle ore 20.45

Il Martedì e giovedì chiediamo ad ogni famiglia di recitarlo in casa con i propri cari.

Venerdì 22 maggio la recita del S. Rosario in chiesa si concluderà con un concerto di canti a Maria

Oratorio.

Siamo in attesa di notizie certe dalle autorità per la possibilità di creare momenti di convivenza per i ragazzi durante i mesi estivi

Carità

Si moltiplicano le richieste di aiuto di persone in difficoltà

In chiesa potete portare generi alimentari che poi vengono offerte alle famiglie bisognose dagli incaricati nei giorni di lunedì e giovedì dalle 17.00 alle 18.30

Parrocchia

Chi avesse desiderio di contribuire economicamente, potrà farlo donando al fondo di solidarietà per la carità e alle necessità della parrocchia con:

Entra in Satispay, cerca (tra i negozi virtuali) Parrocchia Dergano e dona

Bonifico al seguente IBAN IT87W0306909606100000066416