Ancora nessun commento

Lettera ai parrocchiani e Piccole Note – 7 giugno 2020

Cari amici,
ciascuno di noi ha vissuto nella scorsa settimana la sensazione di ripresa della vita quotidiana, attraverso incontri con parenti e amici attesi da tanto tempo, con la possibilità di godere di giornate all’aperto vissute da tutti con grande rispetto delle regole. La vita della nostra comunità sta riprendendo anche se lentamente per via delle limitazioni imposte dalle autorità, in realtà un po’ confuse nelle loro decisioni.
La riscoperta dell’Eucaristia e del nostro ritrovarci attorno ad essa come punto di certezza della vita è il dono più grande che riceviamo e la forza per riprendere, con il dono dello Spirito il nostro compito di testimonianza.
Le parole dell’Arcivescovo pronunciate qualche giorno fa e che condividiamo ci fanno da esortazione e guida per vivere i prossimi mesi
Un caro saluto
don Mario, don Giorgio, don Gabriele

In questi mesi abbiamo subito un trauma: la tragedia talora fa emergere la verità delle persone e talora porta alla luce le fragilità. Quando si è travolti dalla spaventosa arroganza del male alcune reazioni possono essere eccessive: dobbiamo aver pazienza con gli altri e anche con noi stessi. La verità di noi stessi deve venire alla luce non perché aggrediti dal male ma perché animati dallo Spirito di Dio che abita in noi.
Il tempo che stiamo vivendo può essere occasione per imparare dai nostri errori, per rimediare ai nostri limiti e per presentare il volto di una Chiesa nella ricchezza dei suoi doni. Quello che è successo è sconcertante e imprevisto: nessuno può avere ricette già collaudate per rispondere a tutte le domande. Dobbiamo cercarle insieme.

Insieme vuol dire: tutti i figli di Dio nella diversità dei doni e delle responsabilità.
Per tracciare la via per il futuro immediato, in particolare per l’estate, dobbiamo tener presente che siamo tenuti a rispettare le indicazioni delle autorità competenti per tutelare la salute di tutti.

Osservando le prescrizioni possiamo celebrare l’Eucaristia invitando adulti, adolescenti, ragazzi; possiamo convocare i consigli della comunità, possiamo radunare i giovani maggiorenni per la vita dei gruppi giovanili. Cominciamo a fare quello che è consentito: le nostre comunità ne hanno bisogno.

Quanto all’estate noi dobbiamo attendere le indicazioni delle autorità competenti.
A me sembra che due punti siano acquisiti.

Il primo è che noi quest’anno non possiamo organizzare l’oratorio estivo. Non ci sono le condizioni per fare quello che abbiamo sempre fatto con tanta partecipazione dei ragazzi e gratitudine delle famiglie.

Il secondo è che noi non possiamo trascurare i ragazzi e gli adolescenti e far mancare a loro una proposta educativa di vita condivisa, di fede praticata, di giorni sereni. Si tratta di una sollecitudine per la formazione umana e cristiana delle giovani generazioni e non solo di un servizio sociale, che per altro non sarebbe estraneo alla pratica della carità della comunità cristiana.

Io credo che dobbiamo raccogliere la sfida di inventare qualche cosa di inedito: creato non dal singolo prete, ma dalla comunità cristiana, leggendo il territorio, le risorse disponibili.

Qualche cosa di inedito: che sia costruito con alleanza con altre istituzioni e risorse disponibili sul territorio. Qualche cosa di inedito. Noi ne siamo capaci!

+  Mario  Delpini   Arcivescovo di Milano

Leggi piccole note

AVVISI   DOMENICA  7 giugno

Le messe fino a fine giugno seguono questo orario
Sabato                     ore 17.30 – 19.00
Domenica               ore   8.30 – 10.00 – 11.30 /  ore 17.30 – 19.00

 Incontro
Lunedì 8 giugno alle ore 21.00 in chiesa avremo la possibilità di ripensare l’esperienza dei mesi passati attraverso la testimonianza di un insegnante, di un medico del Sacco e di un sacerdote colpito dal virus e guarito. E’ un’occasione per non perdere di vista ciò che questo tempo ci ha insegnato su come vincere la paura e stare di fronte alla sofferenza.
L’incontro sarà visibile anche sul sito della parrocchia www.dergano.org

Festa del Corpus Domini.
Giovedì 11 giugno è la festa del Corpus Domini: la celebreremo insieme domenica 14 giugno fermandoci un momento dopo ogni messa per l’adorazione eucaristica

Oratorio Estivo
Nei prossimi giorni ci verranno comunicate le modalità con cui sarà possibile, visti i tanti adempimenti da sostenere, partecipare all’oratorio estivo purtroppo con gruppi di ragazzi molto limitati. Chi adulto desidera dare il proprio contributo ne parli con don Gabriele

Carità
Continua la distribuzione di viveri alle famiglie bisognose

Aiuto alla parrocchia
Entra in Satispay, cerca (tra i negozi virtuali) Parrocchia Dergano e dona
Bonifico al seguente IBAN IT87W0306909606100000066416