Ancora nessun commento

Piccole Note – 11 dicembre 2022

V Domenica di avvento

Il Precursore

«Giovanni gli dà testimonianza e proclama: “Era di lui che io dissi: Colui che viene dopo di me è avanti a me, perché era prima di me”» (Gv 1, 15)

Giovanni annuncia con queste parole che Gesù abbraccia tutta la storia: prima, durante e dopo. Perciò quando noi cerchiamo di fare delle sintesi sulla nostra vita, occorrerebbe non dimenticare che il nostro sguardo è sempre molto parziale, perché gli manca tutto il “dopo”, che in parte possiamo preparare, ma che soprattutto “accade” come noi non prevediamo. Mentre c’è Qualcuno che avvolge tutta la nostra vita presente, passata e futura e la riempie sempre di amore e di misericordia. Meglio lasciare a Lui la sintesi e non sciupare nessun attimo.

V domenica di avvento. Il Precursore

Dall’eternità è la profezia della venuta del «dominatore di Israele» dal piccolo villaggio di Betlemme: le scelte di Dio sorprendono sempre e capovolgono i criteri umani. La sua venuta è motivo di speranza, perché egli «rende giustizia agli oppressi… libera i prigionieri». Dio accompagna l’uomo nell’evolversi della storia e lo prepara ad accoglierlo. La Torà ha custodito il popolo dell’alleanza in attesa di Cristo e del dono della fede (Epistola); Giovanni, che chiude l’era della legge mosaica, prepara le vie del Signore e rende testimonianza alla luce: condiscendenza di un Dio onnipotente che affida a un uomo questo compito «perché tutti credessero per mezzo di lui!» (Vangelo). Prepariamo i nostri cuori nella fiducia e nel santo timore al giorno della salvezza e del giudizio. Abbiamo ricevuto il dono della fede, battezzati in Cristo, di lui ci siamo rivestiti. Divenuti in lui figli di Dio, «abbiamo ricevuto grazia su grazia», potendo contemplare il Padre inaccessibile nel volto umano del Figlio. La nostra risposta a questo ineffabile dono non può essere che la lode, la gratitudine e la coscienza – vissuta – della nostra fratellanza con ogni uomo, senza discriminazioni di etnia, di classe sociale, di dignità personale. Viviamo il Natale, se impariamo ad accogliere l’altro, come Cristo ha accolto noi.

Chi sono i veri “maestri” che ci aiutano ad entrare maggiormente nel mistero di Cristo? Cosa vuol dire per me oggi vivere la testimonianza cristiana  

FESTE DI NATALE

MERCATINO di NATALE

Festa di Natale in oratorio   domenica 17 dicembre

Ritrovo in salone ore 15.00

 

Canti di Natale a cappella

Gruppo vocale zeronove

 

Auguri e merenda

 

AVVISI 11.12. 2022

  1. Avvento

La settimana di avvento che ci apprestiamo a vivere ci avvicina sempre più al Natale e cresce la nostra domanda “vieni Signore Gesù “.

Martedì 13 dicembre   celebriamo la festa di S. Lucia, testimone della luce di Cristo

  1. Incontri di Avvento

Lunedì 16 dicembre alle ore 21.00 si svolgerà il quarto e ultimo incontro di avvento.  Padre Francesco Ielpo ci aiuterà a immedesimarci nel Mistero del Natale commentando la frase “Lo ospitò nel suo Grembo” che è stata la frase guida del nostro Avvento.

  1. Benedizione delle famiglie

Continua la benedizione delle famiglie in Chiesa alle messa della ore18.00. Questa settimana sono invitate le famiglie delle vie

  1. Rappresentazione Natalizia

Sabato 17 dicembre dopo due anni di assenza ritorna la Sacra Rappresentazione Natalizia offerta dagli amici e dai ragazzi della Fondazione delle Scuole Rodari-Mandelli. Il corteo avrà inizio alle 11.00 presso la scuola di via Bonomi e dopo una sosta sul piazzale della Chiesa si concluderà nel Parco di via Livigno