Ancora nessun commento

Piccole Note – 19 giugno 2022

FESTA   DEL   CORPUS  DOMINI

«Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta». Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare».

Nel dono totale di sé, Gesù non compie nulla da solo. I discepoli sono coinvolti. Anche noi siamo coinvolti a tal punto da avere la possibilità, ogni giorno, di ricevere il suo corpo così da diventare sempre più simili a lui. Persone che vivono ogni situazione con lo stile di Gesù, perché nella sua vita trovano ciò che ci sazia davvero

Festa del Corpus Domini

Oggi si celebra il Corpus Domini, la festa dell’Eucaristia, il Sacramento del Corpo e Sangue del Signore, che Egli ha istituito nell’Ultima Cena e che costituisce il tesoro più prezioso della Chiesa. L’Eucaristia è come il cuore pulsante che dà vita a tutto il corpo mistico della Chiesa: un organismo sociale tutto basato sul legame spirituale ma concreto con Cristo. Come afferma l’apostolo Paolo: “Poiché vi è un solo pane, noi siamo, benché molti, un solo corpo: tutti infatti partecipiamo dell’unico pane” (1Cor 10,17). Senza l’Eucaristia la Chiesa semplicemente non esisterebbe. E’ l’Eucaristia, infatti, che fa di una comunità umana un mistero di comunione, capace di portare Dio al mondo e il mondo a Dio. Lo Spirito Santo, che trasforma il pane e il vino nel Corpo e Sangue di Cristo, trasforma anche quanti lo ricevono con fede in membra del corpo di Cristo, così che la Chiesa è realmente sacramento di unità degli uomini con Dio e tra di loro.

In una cultura sempre più individualistica, quale è quella in cui siamo immersi nelle società occidentali, e che tende a diffondersi in tutto il mondo, l’Eucaristia costituisce una sorta di “antidoto”, che opera nelle menti e nei cuori dei credenti e continuamente semina in essi la logica della comunione, del servizio, della condivisione, insomma, la logica del Vangelo. Da che cosa derivava tutto questo? Dall’Eucaristia, cioè da Cristo risorto, realmente presente in mezzo ai suoi discepoli e operante con la forza dello Spirito Santo. E anche nelle generazioni seguenti, attraverso i secoli, la Chiesa, malgrado i limiti e gli errori umani, ha continuato ad essere nel mondo una forza di comunione. Ma il vuoto prodotto dalla falsa libertà può essere altrettanto pericoloso, e allora la comunione con il Corpo di Cristo è farmaco dell’intelligenza e della volontà, per ritrovare il gusto della verità e del bene comune.

AVVISI                                                                19 giugno 2022

  1. Oggi celebriamo la festa del Corpus Domini chiediamo che il dono di Gesù nell’eucaristia nutra la nostra vita e sia sorgente di comunione nel mondo.
  2. In questa settimana celebreremo martedì 21 la festa di San Luigi Gonzaga, patrono dei Giovani.

Venerdì la festa del Sacro Cuore di Gesù e sabato 25 giugno la Natività di S. Giovanni  Battista

  1. Continua l’esperienza dell’oratorio estivo con le attività giornaliere e serali.

In particolare nella serata di domenica – oggi –  ci sarà la possibilità di cenare insieme e di ascoltare poi la testimonianza di alcune giovani suore Missionarie della San Carlo

Preghiera davanti all’Eucaristia

Anima di Cristo, santificami.
Corpo di Cristo, salvami.
Sangue di Cristo, inebriami.
Acqua dei costato di Cristo, lavami.
Passione di Cristo, confortami.
O buon Gesù, esaudiscimi.
Fra le tue piaghe ascondimi.
Non permettere ch’io mi separi da te.
Dal nemico maligno difendimi.
Nell’ora della morte chiamami.
E comanda che io venga a te.
Affinché ti lodi con i tuoi santi nei secoli eterni.
Così sia.

Preghiera di s. Ignazio