Ancora nessun commento

Piccole Note – 2 ottobre 2022

V DOMENICA DOPO IL MARTIRIO

 «Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e la vostra ricompensa sarà grande e sarete figli dell’Altissimo, perché egli è benevolo verso gli ingrati e i malvagi. Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso» (Lc 6, 35-36)

Questo amore a fondo perduto, questo amore sprecato per persone che non lo meritano ci appare a tutta prima insensato e quindi impraticabile. Però, quando si fa esperienza dell’amore di Dio per noi, riconosciamo che questo è esattamente lo stile che Dio ha con me, con ciascuno, da sempre e per sempre. 

Il S.Rosario, la piccola devozione che apre al Paradiso

 «Il popolo cristiano, da secoli, è stato benedetto e confermato nell’essere proteso alla salvezza, io credo, specialmente da una cosa: il Santo Rosario. Il Rosario è come la sintesi di tutto quello che il popolo cristiano è capace di pensare e di dire a Cristo». Questa mirabile definizione di don Luigi Giussani evidenzia l’importanza della preghiera mariana che per secoli ha scandito le ore e la vita di tanti cristiani. Sono tanti i santi che hanno legato il loro nome e la loro opera a questa devozione.

Tra questi  Luigi Maria Grignion de Montfort, conosciuto come  “l’apostolo del Santo Rosario”. La sua breve e appassionante vita tutta dedicata all’insegnamento del catechismo fu sempre scandita dalla recita, incessante, di questa orazione.

Confida al Papa incontrato a Roma che mai un peccatore gli «aveva mostrato resistenza dopo la recita del rosario», aggiungendo una convinzione che riporterà poi su un suo libro, ovvero che il sacerdote che lo recita «ogni giorno e lo farà recitare agli altri, Dio e la sua santa Madre gli verseranno nell’anima grazie in abbondanza per far di lui strumento della loro gloria; con la sua parola, sia pure disadorna, otterrà più frutto in un mese che gli altri predicando in parecchi anni». Bello, in particolare, quel “sia pure disadorna”, che accenna in maniera stupenda all’incolmabile distanza tra impegno umano e l’opera di Dio.

«Guardatevi, ve ne prego», scrive in una delle sue opere, «dal considerare questa santa pratica piccola e di poca importanza, come sogliono fare molti dotti orgogliosi», essa infatti «è veramente grande, sublime, divina». E conclude: «Io non so come mai una devozione così piccola in apparenza sia il marchio infallibile della salvezza eterna».

Una comunità in festa

Una comunità in festa celebra la propria vita e la vita è sempre un nuovo inizio. E’ riprendere una strada conosciuta ma scoprendo volti nuovi, luoghi non frequentati, storie che generano nel cuore il desiderio di affrontare la vita con un passo rinnovato.

L’inizio è la scoperta di come l’amore in famiglia è la forza che sostiene nonostante la fragilità ultima, è appassionarsi del cammino dei propri e altrui figli, è aprirsi alle tante urgenze di una società sempre più povera e fragile, è il desiderio di condividere. E’ lasciarsi prendere dal fremito del cuore che cerca, desidera e incontra il volto buono del Signore.

Per questo si fa festa

AVVISI                                                      2 ottobre 2022

 Festività

Il mese di ottobre è dedicato alla Madonna del Rosario. La preghiera del Rosario ha accompagnato da sempre le nostre comunità e le nostre famiglie. In questo periodo così incerto rivolgersi all’aiuto di Maria riempie di speranza la nostra esistenza: è un invito perché non manchi questa preghiera nelle nostre case. In chiesa è recitato il mattino dopo la messa e la sera invece prima della messa

Santi 

Martedì 4 celebriamo la festa di S. Francesco d’Assisi, a lui affidiamo la nostra nazione.

Venerdì 7 ottobre la festa della Madonna del Rosario

Festa:

Iniziamo in questa domenica la festa di Dergano

Nel pomeriggio alle ore 17.00 sarà tra noi per un incontro la signora GEMMA CALABRESI che ci parlerà di riconciliazione e perdono.

A sera ci si potrà fermare a cena e partecipare ad un concerto

Mercoledì 5 ottobre alle ore 21.00 nel salone vi sarà un incontro intitolato “una casa dove sempre tornare“. Ce ne parlerà don Pierluigi Banna giovane sacerdote e teologo nel Seminario di Milano. Invitiamo in modo particolare i genitori dei ragazzi del catechismo e le giovani famiglie.

Il programma del prossimo sabato e domenica lo trovate qui accanto.

Vi ricordiamo anche la sottoscrizione con numerosi premi come aiuto a sostenere le spese della festa