Ancora nessun commento

Piccole note – 26 maggio 2019

V DOMENICA DOPO PASQUA

«Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà». (Gv 16, 15)

Gesù ci parla della Trinità, ci svela la natura di Dio come relazione e amore. E se l’uomo è fatto a Sua immagine, porta in sé questo desiderio di comunione. Solo nel momento in cui amo e mi sento amato posso essere felice.
Nessuno può portare avanti il progetto della propria vita da solo, sentirà sempre la mancanza di qualcosa.
A volte è necessario aiutare chi non riesce ad entrare in questa dinamica, occorre che si senta capito, accettato così com’è e amato, piano piano si vedranno ridurre gli irrigidimenti anche se è un lavoro molto lungo<

L’annunciata di Antonello da Messina di Vittorio Sgarbi
Ho qualche dubbio che la donna più bella della pittura italiana – la più intensa, la più viva – sia altrettanto nota. È l’Annunciata di Antonello da Messina. Prima di tutto una donna. Non la Madonna. Non, astrattamente, la Vergine, bensì una donna. Antonello ricerca la più alta sintesi formale in ogni sua opera, ma in questa va oltre. Intende esprimere, innanzitutto, che il momento decisivo dell’Annunciazione sia una questione individuale, interiore. E, in prima istanza, si sbarazza dell’angelo, inevitabile in tutte le rappresentazioni dell’evento. L’angelo irrompe, ma più spesso è ricevuto come un ospite atteso da una Madonna preparata. La ragazza di Antonello sta a casa sua e ha il pudore di non farci vedere com’è il suo letto, com’è la stanza. Perché l’angelo entra in uno spazio interiore, non fisico. Non c’è bisogno di dipingerlo: è dentro di sé. E anzi, Antonello lo immagina davanti a lei, dove siamo noi, e da dove lui la dipinge. L’angelo si avvicina dall’aldiquà del quadro e la Madonna, la ragazza chiamata Maria, lo fa intendere. Muove infatti la mano destra in avanti e la fa vibrare nell’aria per farci sentire lo spazio che li separa, quasi dicendo: ”Un attimo. Ti ascolto”. Ma non cambia la sostanza di quella sospensione, di quel momento di concentrazione dopo la sorpresa che la donna esprime con lo sguardo intenso, rivolto più verso il suo cuore segreto che a chi le sta davanti, a noi e all’angelo.

Maria si guarda dentro. E, con la sinistra, compie un gesto ancor più eloquente: si chiude la veste, più che per pudore, per proteggere ciò che sente dentro, il bene prezioso che Dio le ha donato: “Il Signore è con Te”. E certo nessuna è più “piena di grazia” di lei, umanissima grazia, perdono divino. La Madonna riflette, è chiamata a scegliere, e fra poco deciderà. Il suo volto perfetto è incorniciato da un velo che non imprigiona ma libera, un velo del cuore entro cui si custodisce il più grande segreto: la presenza di Dio. Questa donna sola, concentrata nel pensiero più alto, è la Madre di Dio. Lo sa. Sta ascoltando l’angelo. Lei lo vede. Noi lo intuiamo, guardandola.

Fiaccolata con Maria
Fiaccolata mariana per le vie del quartiere con Mons Franco Agnesi, Vicario generale
Giovedì 30 maggio
Partenza dall’oratorio alle 21.00
Via Ciaia, via Guerzoni, via Collegno, via Livigno, via Monte san Genesio, via Manzotti, via Abba
Conclusione in Chiesa

Festa del ringraziamento
Domenica 2 giugno – Oratorio
Ore 10.00 S. Messa
Seguirà il pranzo insieme e un pomeriggio di giochi

Anniversari di matrimonio
Ore 11.15 S. Messa con rinnovo delle promesse matrimoniali
iscriversi in segreteria

AVVISI

Concludiamo insieme il mese di maggio preparandoci a vivere insieme domenica prossima la solennità dell’Ascensione.
1. Il S. Rosario sarà recitato in questi luoghi:

  • Lunedì 27 maggio via Tartini 12
  • Martedì 28 maggio in via Baldinucci 12
  • Mercoledì 29 maggio in via Livigno 4/1
  • Giovedì 30 maggio concluderemo il mese di maggio con la tradizionale fiaccolata guidata da Mons. Franco Agnesi partendo dall’oratorio e concludendo in Chiesa.

2. Iscrizioni oratorio estivo
Continua in oratorio la possibilità iscriversi all’oratorio estivo. Da lunedì a venerdì dalle ore 18.00 alle ore 19.00 in una sala in oratorio. Vi ricordiamo anche l’iscrizione dei ragazzi alle settimane di vacanza per le elementari e le medie. Le iscrizioni si ricevono in segreteria.

3. Lavori in oratorio
In fondo alla Chiesa trovate un depliant con suggerimenti per poter sostenere i lavori che renderanno disponibili a tutti maggiori spazi di incontro.

4. Pellegrinaggio al Santuario di Montallegro
Ci sono ancora alcuni posti per il pellegrinaggio al Santuario di Montallegro sopra Rapallo. Le iscrizioni si ricevono in segreteria.

5. Festa del ringraziamento
Domenica 2 giugno concluderemo le attività dei ragazzi con una giornata di ringraziamento.

  • Alle 10.00 la S. Messa con i ragazzi e i genitori. Seguirà il pranzo per cui occorre iscriversi in segreteria e un pomeriggio di giochi.
  • Alle ore 11.15 durante la S. Messa festeggeremo gli anniversari di matrimonio. E’ necessario dare il nome in segreteria.